USA e Turchia devono lavorare insieme sulla Siria. Il Presidente Erdogan incontra il Senatore McCain

NEW YORK

Il partenariato U.S.-Turchia deve essere rivitalizzato sotto l’amministrazione Donald Trump, il senatore repubblicano John McCain ha detto lunedì dopo aver incontrato il presidente turco Recep Tayyip Erdogan.

“Ho avuto un incontro caldo e costruttivo con il presidente Erdogan oggi. Sono stato un campione di vecchia data dell’alleanza USA-Turchia basato su valori democratici condivisi “, ha detto McCain in una dichiarazione lunedì scorso.” Mentre vediamo crescere il disordine in Europa e nel Medio Oriente, credo che questa alleanza sia più vitale che mai. ”

Il senatore ha suggerito che l’amministrazione americana appena inaugurata avrebbe aiutato il paese a “rivedere e rivalutare” la sua attuale politica in Siria.

“Gli Stati Uniti devono lavorare con la Turchia per affrontare una rapida e duratura sconfitta all’ISIL come parte di una più ampia strategia per rafforzare alleati e partner americani, contrastare l’influenza maligna dei nostri avversari e costruire un equilibrio di potere favorevole nella regione”, McCain ha detto, usando un altro nome per il gruppo terroristico Daesh.

Ha detto che Erdogan “ha descritto una proposta per stabilire zone sicure in Siria e riprendere Raqqa che dovrebbe ricevere una seria considerazione dagli Stati Uniti”.

Il senatore ha aggiunto che non vedeva l’ora di lavorare con partner americani e turchi su “questa e altre idee per migliorare la situazione in Siria”.

Ankara ha a lungo criticato alcune parti della precedente politica siriana dell’amministrazione statunitense, lamentando che le sue richieste di zone sicure a livello internazionale all’interno del paese devastato dalla guerra stavano cadendo nel vuoto.

McCain ha seguito la tradizione di famiglia in Marina ed è stato un eroe di guerra durante la guerra del Vietnam. Ha rappresentato lo stato dell’Arizona nel Senato degli Stati Uniti dal 1987 e ha corso senza successo contro Barack Obama nelle elezioni presidenziali del 2008 come candidato repubblicano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *